Seleziona una pagina

Conclusa con successo la partecipazione di Smart City Instruments alla Fiera Hub Santo Domingo 2018 con il tema delle Smart City promossa dall’Ambasciata Italiana e della Camera di Commercio Dominico-italiana.

Smart City Instruments si pone l’obiettivo di approfondire i numerosi aspetti legati alla trasformazione, già in atto, della città in ottica smart city. La gestione armonizzata dei servizi, in un unico contesto che possa dare maggiore e più immediato valore ai cittadini ed ai suoi governanti, potrà assicurare le informazioni e gli strumenti necessari ad avviare la lenta ma indispensabile evoluzione culturale per una più consapevole gestione delle risorse nell’ambito urbano.

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) per la prima volta nella storia, più della metà della popolazione del pianeta vive nelle città. Inoltre, secondo questo studio, entro il 2050 il 70% della popolazione mondiale vivrà nelle città: il 64,1% delle persone nei paesi in via di sviluppo e l’85,9% degli abitanti nei paesi sviluppati.

Una città intelligente e sostenibile è una città innovativa che utilizza Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) e altri mezzi per migliorare il processo decisionale, l’efficienza delle operazioni, le prestazioni dei servizi urbani e la loro competitività. Allo stesso tempo, prova a soddisfare i bisogni delle generazioni attuali e future in relazione agli aspetti economici, sociali e ambientali.

Una città intelligente è quella che pone le persone al centro dello sviluppo, integra le tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella gestione urbana e utilizza questi elementi come strumenti per stimolare la formazione di una governance efficiente che includa processi di pianificazione collaborativa e partecipazione dei cittadini. Promuovendo lo sviluppo integrato e sostenibile, le Smart Cities diventano più innovative, competitive, attraenti e resilienti, migliorando così la vita.

“La mission di Smart City Instruments, – sottolinea Alfredo Sguglio socio-economista e amministratore dell’azienda – è infatti quella di investire strategicamente nel posizionamento della città contemporanee come un hub di ricerca, formazione sviluppo e innovazione.  Allo stesso tempo è quello di promuovere il tema delle smart cities come processo innovativo, legato non solo a soluzioni tecnologiche e ingegneristiche che portino alla realizzazione di sistemi in grado di gestire in maniera organica e cooperativa tutte le funzioni vitali di una città, ma anche in grado di dar vita ad una smart communities.

“L’obiettivo è quello di promuovere la peer communities, sui temi delle Smart Cities e delle Smart Technologies, tra cittadini ed expertise, attraverso un approccio integrato tra discipline differenti, in linea con gli obiettivi di Horizon 2020, stimolando l’interesse e la partecipazione attiva delle scuole, del mondo imprenditoriale e delle istituzioni”.

Vai alla barra degli strumenti